venerdì 5 agosto 2011

IV Mistero della luce


Oggi 6 agosto la Chiesa celebra la Trasfigurazione di Gesù


Nel Quarto Mistero della Luce, si contempla la Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo


Sul monte Tabor secondo la tradizione avviene la Trasfigurazione di Gesù
nella quale la Gloria della Divinità sfolgora sul volto di Cristo,
mentre il Padre lo accredita agli apostoli estasiati perché lo ascoltino
e si dispongano a vivere con Lui il momento doloroso della Passione,
per giungere con Lui alla Gioia della Risurrezione e a una vita
Trasfigurata dallo Spirito Santo.

Letture: Luca 9,35

Vorrei essere su quel Monte con Gesù, nella luce, nell'amore, nella
pace. Invece no. Bisogna tornare giù e affrontare le croci che giorno
per giorno si presentano dinanzi. Immergersi nei problemi della
vita. Farsi prossimo di chi fa più fatica. Lottare contro Satana.
Solo dopo....potremo essere eternamente nella luce di Gesù per sempre.
Ave Maria e avanti tutta!

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa