mercoledì 14 settembre 2016

Preghiera a Gesù

Gesù, sei sceso sulla terra perché noi potessimo salire con te alla gloria del cielo.

Preghiera a Gesù!

Signore Gesù, toccami con le tue mani benedette, segnate dalla Passione che hai vissuto per me; aprile su di me in questo momento!

Mi sento completamente impotente di continuare a portare le mie croci. Ho bisogno della forza e della potenza delle tue mani, che toccandomi mi possono guarire. Gesù, Te lo chiedo non solo per me ma anche per tutti coloro che amo di più.
Abbiamo un disperato bisogno di guarigione fisica e spirituale, toccaci con le tue mani che portano i segni del tuo amore per noi.
Ho il mio limite, Signore, e sono piena di peccati...
Riconosco che tu sei l'Onnipotente, la tua azione su di me può realizzare l'impossibile.
Con fede e abbandono fiducioso, posso dire:
"Mani di Gesù, piagate per me nella tua passione:
toccatemi.
Vieni, Signore Gesù! "
Vieni, Signore Gesù!
Vieni attraverso il Cuore Immacolato di Maria e
ottienimi tutte le grazie necessarie per la mia salute
corporale e spirituale, ottienimi infine la perseveranza nelle buone intenzioni e la pratica delle virtù.
Amen
di Maria Maistrini

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa