mercoledì 1 maggio 2013

La più ricca tenerezza la trovi in Maria

LA PIÙ RICCA TENEREZZA LA TROVI IN MARIA

Il dono più grande che Dio potesse dare all'uomo, dopo il nostro Signore e Salvatore Gesù, è la Madonna. Maria è la santa tra i santi, tra tutte le creature è la Beata, perché doveva essere la Madre del Redentore, la più ricca di tenerezza perché doveva essere Madre nostra. Se Gesù è il capo, Maria è il Cuore della famiglia cristiana. Maria ottiene tutto dal Figlio suo, tutto quello che chiede, perché è la sua Madre. Come nostra Madre, è sempre pronta a donarci tutto quello che domandiamo.
A Maria sono affidati tutti i tesori di grazie acquistate da Gesù, Maria è la dispensatrice di tutte le grazie. Tutti quelli che sono ricorsi a lei con il cuore sono
stati esauditi, anche i peccatori più incalliti si rivolgono a Maria e sono esauditi perché hanno gli stessi diritti degli altri figli sul suo cuore di Mamma.

Sei un grande peccatore? Non temere! Rivolgiti a Maria e farà di te un capolavoro della sua misericordia. Affidati al suo Cuore di Mamma, invocala spesso, lasciala entrare nella tua famiglia nella tua casa, nel luogo dove lavori e con lei è entrato tutto.

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa