venerdì 26 aprile 2013

Breve commento al Messaggio di Maria del 25 aprile 2013

Messaggio del 25 aprile 2013

"Cari figli! Pregate, pregate, soltanto pregate affinché il vostro cuore si apra alla fede come il fiore si apre ai raggi caldi del sole. Questo è il tempo di grazia che Dio vi da attraverso la mia presenza e voi siete lontani dal mio cuore. Perciò vi invito alla conversione personale ed alla preghiera in famiglia. La Sacra Scrittura sia sempre l'esortazione per voi. Vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".


Breve riflessione personale al Messaggio del 25 aprile 2013

La Madonna ancora una volta ci invita alla preghiera e richiama la nostra attenzione sulla necessità di un' urgente conversione, perché solo convertendoci possiamo diventare testimoni di Cristo, gioiosi e credibili... in ogni gesto che compiamo e in ogni parola che diciamo, per essere testimoni di Cristo dobbiamo essere luce che illumina il futuro e sale che da sapore al presente...dobbiamo diventare semi d'amore che innestati nei cuori dei fratelli alimentino la fiamma della fede.
Preghiamo affinché si realizzi il piano di Dio attraverso la presenza di Maria tra noi.
Tutto questo è possibile solo attraverso la preghiera, con la conversione del proprio cuore e con la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, così solo possiamo dare un senso di beatitudine alla nostra vita e alla vita di quanti ci sono accanto.
Ave Maria!

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa