lunedì 18 febbraio 2013

Gesù è l'amore verticale e orizzontale, ci amò fino alla fine

Gesù è l'amore verticale e orizzontale, ci amò fino alla fine

Noi...
"Cristo non ha più mani,
ha solo le nostre mani
per fare il suo lavoro oggi.

Cristo non ha più piedi,
ha solo i nostri piedi
per guidare l'umanità
lungo la sua strada.

Cristo non ha mezzi,
ha solo il nostro aiuto
per condurre a sè l'umanità.

Noi siamo la sola Bibbia
che l'umanità legge ancora.
Siamo l'ultimo messaggio di Dio ,
scritto in opere e in parole"

(preghiera del secolo XVI)



Buon lunedì a tutti e che la Quaresima ci ricordi che l'esistenza cristiana è un combattimento senza sosta, nel quale vanno utilizzate le "armi" della preghiera, del digiuno e della penitenza. Lottare contro il male, contro ogni forma di egoismo e di odio, e morire a se stessi per vivere in Dio è l'itinerario ascetico che ogni discepolo di Gesù è chiamato a percorrere con umiltà e pazienza, con generosità e perseveranza.

Ave Maria!

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa