martedì 30 ottobre 2012

Aggrappiamoci al manto di Maria, la Madre del soccorso, che con il suo amore ci porterà a Gesù

Aggrappiamoci al manto di Maria, la Madre del soccorso, che con il suo amore ci porterà a Gesù.

La Madonna è Madre di Dio e Madre nostra, è Regina del cielo e della terra, è Madre della salvezza e della speranza.
A Lei sono state affidate tutte le anime.
Maria è Corredentrice, Mediatrice delle grazie e Avvocata.
Lei è stata scelta da Dio, per aiutare Gesù nella realizzazione del piano di salvezza.
Maria diede alla luce il Salvatore dell'umanità.
Portò al mondo il dono della salvezza, accettando di diventare Madre di Gesù.
Ha ricevuto il potere di vincere il demonio.
Gesù ha detto che ritornerà: è una promessa!
Quando è venuto la prima volta, Dio Padre aveva preparato i suoi figli mediante i profeti.
Molti hanno ascoltato e ubbidito, molti non hanno ascoltato e hanno disubbidito.
Nel corso dei secoli la gente ha compreso il significato della Passione e della Morte di Gesù sulla Croce.
Oggi il nostro compito è quello di diffondere il messaggio della salvezza.
Molti non seguono il Signore, perché preferiscono la strada larga.
La Verità per loro ha un gusto troppo amaro.
Ho pena per queste persone, che non accettano la Verità.
La verità libererà l'uomo dalle menzogne, che infestano l'umanità per colpa di Satana.
Aggrappiamoci al manto di Maria, la Madre del soccorso, che con il suo amore ci porterà a Gesù e ci proteggerà dalle menzogne di Satana.
Che la pace, l'amore di Dio ci uniscano tutti sotto, la protezione di Maria.
Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa