martedì 7 agosto 2012

La luce di Dio raggiungerà tutti i confini della terra



La Luce di Dio raggiungerà tutti i confini della terra
Gesù sceglie gli uomini del mondo per portare la Sua luce. Egli entra
nella nostra casa e nel nostro cuore per farne un luogo di preghiera
aumentando la nostra fede in Lui. Ci invita alla Sua mensa offrendoci
tutto quello di cui Lui dispone.
Il Signore è l'Unico nostro sostegno, Lui è il nostro Maestro e ci
guida con il dono della Sua Sapienza nel seguire il Suo insegnamento, e
ascoltare la Sua voce e fare la Sua volontà giorno dopo giorno. Basta
seguire le Sue orme, ed il Suo Spirito ci guiderà alla perfezione della
vita.
Preghiamo! preghiamo! preghiamo! Ce lo insegna anche Maria, La
preghiera deve essere perseverante, comunitaria e fatta con il cuore perchè
solo così potrà rifiorire il nostro cuore alla voce e all'ascolto della
Sua Divina Sapienza. Sia sempre impressa nel nostro cuore la Dimora del
Signore, solo così lo Spirito di verità ci guiderà sui passi futuri.
Armiamoci di pazienza e professiamo al mondo l'Amore di Dio che ci ha
permesso di conoscere la fonte della verità. Ricordate fratelli, che è
beato l'uomo che teme Dio e segue le Sue Parole.
Il Signore ci sceglie per donarci la fede ed il Suo dono dello Spirito
Santo ed attraverso noi farsi conoscere da coloro che non lo conoscono.
La preghiera perseverante e digiuno sono le principali caratteristiche
per ricevere il dono della Sua manifestazione. La Regina della Pace
attraverso i suoi messaggi ci esorta alla conversione, alla lettura del
Vangelo, perchè solo così la Luce di Dio raggiungerà tutti i confini
della terra. Noi dobbiamo essere il sale della terra  e dobbiamo far
risplendere la nostra testimonianza di fede.
Lo Spirito Santo sarà la nostra Forza risanatrice per ogni male.
Doniamo secondo quanto abbiamo ricevuto nel nostro cuore, non con la
tristezza ma con la forza e la gioia che Dio ci ha donato.
Beato colui che in Dio trova grande gioia nel seguire i suoi
comandamenti. Il Signore ci ama e tende la Sua mano su di noi, ponendo la Sua
Parola sulla nostra bocca e guidando ogni nostro gesto. Egli conosce il
nostro cuore e sa bene se percorriamo sentieri di menzogna. Egli ci guida
e ci corregge assicurandosi che le nostre parole provengano da
pensieri leali.
Beati nello Spirito sono i poveri, perchè di esso è il Regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché possiederanno la terra.
Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno
saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per una causa giusta, perché di essi è il Regno di
Dio.
Sì, beati voi, quando gli uomini vi odieranno e vi scacceranno dalla
loro comunità e diranno ogni sorta di male contro di voi e metteranno al
bando il vostro nome a causa del Figlio dell'uomo; rallegratevi in quel
giorno ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa in cielo.
Allo stesso modo, infatti, fecero i loro padri con i profeti.
Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa