venerdì 20 luglio 2012

DON ANTONIO E' VOLATO IN CIELO,GRAZIE A QUANTI HANNO PREGATO PER LUI E CONTINUERANNO A FARLO

DON ANTONIO E' VOLATO IN CIELO

Ci incontreremo caro fratello e compagno di cordata, siamo tutti addolorati per la tua dipartita però ci rincuora il fatto che tu ora sei con gli Angeli e da lassù puoi pregare per tutti noi che ti abbiamo amato e ti ameremo sempre. La morte non ci spaventa è la porta per la quale dobbiamo passare per andare a godere il Signore. Egli è con Maria al di là della soglia che ci attende con le braccia aperte...Tu ora sei lì accanto a loro...mentre scrivo sgorgano dai miei occhi dei grossi lacrimoni mischiati a gioia, si, perché mi anima la gioia del tuo incontro con Gesù e il ricongiungerti con Dio nella visione beatifica del cielo. Per la tua anima la morte è stata il ritorno alla Casa del Padre...per il tuo corpo è un sonno. Continueremo a pregare per te e tu prega per noi. Arriverderci don Antonio.


(maria maistrini)
 

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa