giovedì 10 maggio 2012

LA FEDE DI MARIA

Tutti sappiamo che la fede è un dono, una luce che penetra le ombre e squarcia le tenebre. Ma...nessuno può avere la fede di Maria, per questa sua fede Elisabetta la chiamò "beata". Fede viva, gioiosa, tutta immersa nell'amore di Dio. La sua fede le ha fatto vedere che il Trono di Dio è l'unica roccia che non muta e non cade. Maria
è nostro modello, maestra di formazione, lei è con noi, incessantemente e prega Dio affinché anche noi possiamo imitare questa sua fede fatta di dono e virtù. La fede di Maria non vacillò neppure sotto la croce quando vide il suo Figlio morto e crocifisso, Maria stette ferma senza fiatare, credette che su quella croce era inchiodato Dio. Restiamo alla scuola di Maria, viviamo i suoi messaggi ed imitiamone le virtù.

Ave Maria!

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa