venerdì 20 aprile 2012

TU PREGA...DIO ALLARGHERÀ LE BRACCIA VERSO DI TE.

TU PREGA...DIO ALLARGHERÀ LE SUE BRACCIA VERSO DI TE

Tutti noi siamo stati chiamati per conoscere, e camminare verso Dio. Verso il nostro Creatore, padrone della terra e di quanto essa contiene. Noi un giorno potremo abitare nel Suo luogo Santo... ma per ricevere questo dono di grazia, dovremmo avere mani innocenti e conservare un cuore puro. Dobbiamo camminare e cercare tra tutti quelli che ci passano accanto il Volto di Gesù. Amare tutti di
un amore grande come Lui ci ha insegnato. Dobbiamo essere degni di essere chiamati figli di Dio, dobbiamo mettere in atto tutto quello che abbiamo nel cuore: l'amore, la carità, la fratellanza e trasmettere a tutti coloro che ci sono vicini la vera Luce, quella che viene da Dio ed è inconfondibile perchè è chiara come la Luce del Sole.
Camminiamo fratelli a passo spedito verso la Dimora di Dio, lasciamoci fondere, plasmare e usare da quell'Unico ed Eterno Amore.
Dio allarga le Sue braccia invitandoci ad andare verso di Lui perchè ci darà sollievo ed asciugherà ogni lacrima dai nostri occhi, ci porrà in un posto dove non esiste cattiveria, menzogna... dove vive solo l'Amore, e dove il Maligno non avrà mai accesso.
Preghiamo fratelli, preghiamo incessantemente... confidiamo nel Signore.
Egli salverà il Mondo liberandoci per sempre dal Male.
Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa