venerdì 17 dicembre 2010

Nasce l’uomo-Dio che vuole il mondo unito.


O Gesù, figlio di Dio fatto uomo... Tu apri il Cielo e discendi tra noi, Tu sei il Salvatore donato da Dio all' uomo ed alla storia, Tu sei "la buona notizia" che tocca il cuore.
Il presepio, tradizione natalizia, è il simbolo dell' inizio del Tuo abitare con noi...una santa "convivenza" fatta di bontà, amore e totale dedizione, che ha la sua massima concretizzazione nell' Eucaristia.
Vivere il Natale significa celebrare la Tua presenza tra noi...andare verso Dio che viene e si manifesta come un Bambino...
O Gesù, Tu vieni alla luce in in mondo ferito dall' indifferenza , dalla tiepidezza e dalla lontananza di tanti credenti, dalle discordie , dalle divisioni , dai rancori . Eppure Tu ti fai uomo per portare all' umanità intera i tuoi doni: pace, speranza, amore, gioia.
Tu desideri vedere unità e pace in questo mondo così lacerato da contrasti, dissensi e divergenze , che Ti feriscono profondamente.
Signore Gesù, nostra gioia, metti nel nostro cuore il canto della riconoscenza e della lode per la Tua opera che, continuamente, fiorisce tra noi.
O Re della pace e dell' amore, il Tuo Regno esige da noi una continua conversione del cuore: elimina il nostro orgoglio e le nostre debolezze affinché ognuno di noi dia frutti di vera santità.
Affrettati, non tardare, ti aspettiamo...la Tua venuta porti conforto e speranza, pace e letizia, a noi che confidiamo nel tuo amore misericordioso.
Bambino Gesù, che vieni a farci figli di Dio e fratelli tra noi, conformaci a Te, comunicaci la Tua bontà ed il Tuo Amore, affinché, ogni giorno, nell' umiltà della fede, possiamo imitarti, donando la nostra vita a gloria di Dio Padre, per la salvezza nostra e del mondo. 
Il profeta Isaia ti ha annunciato come "una grande luce"che si diffonde sul popolo in cammino e lo trae fuori dalle tenebre dell' ignoranza e dell' incredulità.
Sei stato promesso dal Padre per governare i popoli e ristabilire la pace nei cuori e in tutto il mondo.
Disponiamoci, dunque, ad accogliere Cristo, lasciandoci da Lui totalmente disarmare , per vivere unicamente di amore, pace e bontà .
Così sia!

Ave Maria!

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa