mercoledì 23 dicembre 2009

Spalancate il cuore, accogliete la Luce del Mondo

Verso il Natale. Le parole del Papa sul Magnificat al centro della liturgia odierna: Gesù nasce dall'umiltà del Creatore e l'umiltà di Maria

“I troni dei potenti di questo mondo sono tutti provvisori, mentre il trono di Dio è l’unica roccia che non muta e non cade”. E’ questa una delle tante riflessioni che Benedetto XVI ha dedicato, in questi anni di Pontificato, al Cantico del Magnificat, che celebra in termini profondi e insieme concreti la grandezza di Dio e la virtù dell’umiltà. Vi ricordo alcune delle affermazioni del Papa nel giorno in cui la liturgia ripropone nel Vangelo i versi di lode della Vergine che ci proiettano verso il Mistero del Natale...

* * *
Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo.
Preghiamo perchè tutte le famiglie dei popoli, sia quelle insigne del nome cristiano, sia quelle che ancora ignorano il loro Salvatore, in pace e concordia siano felicemente riunite in un solo popolo di Dio, a gloria della santissima e indivisibile Trinità.
Sia Benedetta, o Trinità, per l'incarnazione di Gesù:
Egli è il Dio-con noi che non tradisce mai
Eglli è il Redentore, necessario alla salvezza di tutti
Egli è il rivelatore del Dio invisibile
Egli è la Parola che tutto spiega e redime
Egli è il principio della vita spirituale e morale
Egli è l'unico mediatore fra Dio e l'uomo.
Ave Maria

Spalancate il cuore, accogliete la LUCE DEL MONDO.

Buon Natale a tutti

Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa