domenica 25 marzo 2012

SMETTI DI CERCARE DIO NEI LIBRI...NON E' LI CHE LO TROVERAI

SMETTI DI CERCARE DIO NEI LIBRI...NON E' LI CHE LO TROVERAI


La strada che conduce alla conversione passa attraverso la completa accettazione di se stesso e del prossimo, attraverso la consapevolezza che quella terrena non è una vita di solitudine ma di costante comunione con Dio, al quale, in ogni momento della nostra esistenza, possiamo affidare le nostre paure e le nostre sofferenze...
Se vuoi trovare Dio, accoglilo ora. Smetti di cercaLo nei libri... non è lì che lo troverai. Apri il tuo cuore. Dio è una presenza viva nella tua vita, convertiti e lo sperimenterai anche tu.
Non trattenere la carica d'amore che hai dentro...non respingere
l'amore che gli altri decidono di donarti... Non fuggire il dolore che ti sta intorno...dona sostegno, e Dio sosterrà te.
Dio ha tanto amato il mondo da dare il Suo unigenito Figlio, perché chi crede il Lui non muoia ma abbia la vita eterna.
Questo immenso amore deve guidare i nostri gesti quotidiani, deve animare i nostri cuori, senza lasciare che orgoglio, invidia, rabbia e materialismo prendano il sopravvento e ci rendano foglie gialle d'autunno, ormai senza vita e sballottate a destra e a manca dal vento del peccato, senza ormai una direzione...
Siamo stati creati per amore...e l'amore vuole amore...sempre.

Ave Maria!

Maria Maistrini
 

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa