martedì 7 febbraio 2012

Ascolta la voce di Dio che vuole dirti qualcosa

ASCOLTA LA VOCE DI DIO, CHE VUOLE DIRTI QUALCOSA



C'è una voce che da anni ti sta chiamando. E' la voce di Dio, che vuole dirti qualcosa. Sapessi quante volte ti è giunta all' orecchio senza mai scendere nel tuo cuore, perché sei troppo preso dal


frastuono del mondo e ti sei addormentato. Tra Dio che ti chiama con la sua grazia, e il demonio che ti stordisce con le sue lusinghe, tu accontenti più il demonio che Dio. Destati dal sonno,


sono anni che dormi e sei nel peccato! Ma ti rendi conto di dove ti sei addormentato? Sei sull'orlo di un precipizio ma Dio continua a chiamarti e non ha permesso che tu cadessi perché se


l'avesse fatto ti saresti svegliato tra le braccia di Satana. Allora?


Cosa fai? Destati dal sonno e accoglilo nel tuo cuore ora, perché domani può essere già tardi. Egli è li ancora che ti aspetta, la sua voce è la voce di un Padre, che non sa darsi pace perché ti sei


allontanato da Lui. Svelto! Non perdere tempo. Oggi è Padre ma domani potrà essere Giudice.


Ave Maria!


(maria maistrini)

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa