mercoledì 11 maggio 2011

Il mio Cuore Immacolato trionferà

Chi trova Maria, trova Gesù, con Maria apri una porta
sul Divino, là dove il soprannaturale diventa tutto naturale e
dove i miracoli si rivelano normali, poiché è così che a Dio
piace rivelarci il Suo Amore.
Volgendo uno sguardo con gli occhi dell'anima sulle apparizioni mariane autentiche di questi ultimi decenni, comprendiamo che
la Madonna desidera solo preservare il mondo da un'autodistruzione,
convogliando i popoli in una nuova "Eden". La Madonna del
Santo Rosario di Fatima, chiama questo tempo il trionfo del suo
Cuore Immacolato; la Serva di Dio Marta Robin Fondatrice dei Focolari della Carità, parlò di una nuova Pentecoste d'amore che è stata promessa da Gesù... Il numeroso popolo di Dio in cammino, è in attesa di
un intervento di Dio nel Suo Amore misericordioso, speranza
legata al ritorno di Gesù, secondo le stesse parole della Madonna a
Santa Faustina: "Ho dato al mondo il Redentore e tu devi parlare al
mondo della Sua grande Misericordia per prepararlo alla Sua
seconda venuta" (Diario 635).
Ecco perché Maria scende dal Cielo, viene in nostro soccorso per
prepararci a questa prova sia interiore che esteriore.
La Madonna ci chiede di pregare, pregare, pregare con il cuore e di
cambiare rotta con una bella conversione abbandonando nel Confessionale la nostra superbia e riconciliandoci con Dio e con
il prossimo...perché solo così possiamo sentirci liberi e tutto Amore.
Maria è la manifestazione dell'Amore misericordioso del Padre Celeste verso gli uomini.
Ave Maria!
Maria Maistrini

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa