sabato 15 gennaio 2011

I Santi sono l'immagine viva dell'amoer di Dio


I Santi sono l'immagine viva dell'amore di Dio. 


IL SANTO DEI NOSTRI TEMPI, IL PAPA SLAVO


Un papa straniero. I papi sono stati tutti italiani dal 1523, dopo Adriano VI, l'ottimo papa fiammingo direttore spirituale di Carlo V, che nei due soli anni di
pontificato cercò di riformare la Chiesa.
Un papa polacco, con caratteristiche nazionali marcate: l'universalità della Chiesa si arricchisce dalle diversità che contraddistinguono i vari popoli.
Un papa slavo. Non c'erano mai stati papi slavi... eppure lo designava una celebre poesia di uno dei massimi lirici della Polonia romatica, Juliusz Slowacki (1809-1849).


In mezzo alle discordie


Dio fa suonare una campana immensa:
ed ecco, Egli apre il trono a un papa slavo...
Le folle ingrossate lo seguiranno
verso la luce abitata da Dio!
E monderà le piaghe
del mondo da infezioni e parassiti,
e spazzerà le soglie delle chiese,
mostrerà Dio alla luce del giorno...
Ecco perciò che viene un papa slavo,
fratello a tutti i popoli!


Ave Maria e avanti tutta!!!
Grazie Signore per questo grande uomo...

Maria Maistrini
________________________________________

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa