lunedì 27 luglio 2009

Novena Mondiale secondo le intenzioni della Santa Vergine dal 27/4agosto


Novena Mondiale secondo le intenzioni della Santa Vergine
“La prima povertà dei popoli è quella di non conoscere Cristo”, diceva Madre Teresa di Calcuta. “Gli uomini sono affamati di Dio. Gli uomini sono assettati di amore. Siamo coscienti di questo? Conosciamo questo fatto? Lo vediamo? Abbiamo gli occhi per vedere questo… Dobbiamo aprire i nostri occhi per vedere…”
La ricerca del senso e dei valori è per i cristiani un’opportunità storica, affinchè proclamino il Cristo, che è la Via, la Verità e la Vita.
La parola “crisi” è senza dubbio una parola che ritorna molto spesso da qualche mese nei media. La preoccupazione è reale ed è giustificata, poiché alcuni di noi sono stati colpiti pienamente. Questo “bombardamento” tuttavia rischia di allontanare ogni capacità di speranza. Così come ha sottolineato il Papa Benedetto XVI più volte, la crisi che stiamo attraversando non è solo una crisi economica o finanziaria. È principalmente la crisi di una società che sta cercando il modello del guadagno facile, e soprattutto rapido, qualche volta a detrimento della giustizia, della solidarietà o anche dei valori morali fondamentali.
L’attenzione per coloro che soffrono, la lotta contro l’ingiustizia, contro la povertà, la fame, la malattia, contro le disuguaglianze, contro l’uso della violenza, sono sempre state al centro dell’attenzione della Chiesa in tutto il mondo. Cristo è venuto ad annunciare ad ognuno di noi che è amato da Dio. Per rafforzare la sua testimonianza ha guarito una moltitudine di malati. La Chiesa continua la missione di Cristo al servizio di tutti quelli che soffrono. Come potrebbe essere indifferente rispetto ogni persona che soffre, quando sa che, infatti, è Cristo che soffre in ogni persona?
In questo periodo segnato dalla crisi economica e finanziaria, il messaggio di Benedetto XVI di quest’anno per la Quaresima è stato un bel messaggio di speranza per l’umanità:
“Con il digiuno e la preghiera permettiamo a Dio di soddisfare una fame più profonda che sperimentiamo nel profondo della nostra anima: la fame e la sete di Dio”, scriveva Benedetto XVI. “Nello stesso tempo, il digiuno ci aiuta a comprendere la situazione in cui vivono tanti dei nostri fratelli”, a continuato il Papa. Il Santo Padre a detto che scegliendo liberamente di privarci di qualcosa per aiutare gli altri “mostriamo concretamente che il nostro simile, che si trova nel bisogno, non è per noi un estraneo”.
Il mondo attende delle risposte schematice alle domande alle quali la Chiesa da delle risposte dettagliate, e la maggior parte non trova il tempo per comprenderle. I messaggi che riceviamo a Medjugorje dalla Santa Vergine sono proprio le risposte che la Chiesa ha dato da sempre. Questi possono cambiare vite ed illuminare le coscienze per poter far fronte alle provocazioni odierne. Il problema è molto importante. Abbiamo il diritto di lasciar credere al mondo che Dio è indifferente alle sofferenze dell’umanità? A Medjugorje la Santa Vergine non parla con superficialità: noi, i cristiani, possiamo cambiare il mondo; abbiamo un messaggio straordinario di speranza e siamo i portatori di questo messaggio.
Oggi, Radio Maria vi propone un modo semplice di partecipare alla missione molto importante della Chiesa, e di far conoscere l’amore di Dio nel mondo. La nostra Radio è solo un messaggero. Rispetto ai bisogni che sono nel mondo, Radio Maria è solo una goccia d’acqua nel oceano e non può realizzare questa missione senza di voi.
Con il desiderio di offrire qualcosa di speciale alla Santa Vergine, vogliamo organizzare una Novena a scala Mondiale, Novena che vogliamo offrire insieme secondo le intenzioni della Santa Vergine per aiutarLa, affinché i suoi piani per il mondo volgano a compimento, e per sostenerLa di seguito nella sua missione al servizio della Chiesa di Cristo. La Novena inizierà il 27 Luglio e finirà il 4 Agosto.
Cosa potremmo offrire alla Santa Vergine Maria? Radio Maria si propone di fare questa cosa, con il desiderio di riunire per questa Novena un maggior numero possibile di gente del mondo intero. In questo modo, formeremo insieme una meravigliosa immagine della Chiesa Universale. Nello stesso tempo, sostenendo la Santa Vergine nelle sue intenzioni, non facciamo altro che sostenere milioni di uomini di tutto il mondo, che attraverso di noi, di tutti coloro che parteciperanno a questa Novena, riceveranno ogni giorno nel loro cuore il messaggio di speranza della Santa Vergine, Madre di Cristo e Madre della Chiesa.
Attraverso questa Novena Mondiale, che unirà tutti noi nella fede, speranza e amore, potremmo far mediante la Misericordi di Dio, discendere sull’umanità un enorme bene. La partecipazione e il nostro aiuto permetterà forse, ad una famiglia che ha perso tutto, ad un missionario che si sente solo ed abbandonato, ad un giovane che cerca il senso della propria vita… e a quanti altri… a ritrovare la speranza.
Crediamo che questa nostra concorde unione nella preghiera ci porterà ad una nuova esperienza dell’Amore di Dio effuso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato e che è sempre un inizio, un passaggio verso un altro livello di vita. Così come, attraverso la preghiera si possono fermare le guerre, anche le guerre del dubbio e dell’incredulità, e si possono cambiare le leggi naturali, noi sinceramente speriamo che questa nostra preghiera comunitaria, unita al Cuore di Maria e per la vittoria del suo Cuore Immacolato faccia in modo che il cambiamento dei nostri cuori e della nostra vita siano per Lei il dono più caro.
Come pregare questa Novena?
La Novena inizierà il 27 Luglio e finirà il 4 Agosto.
Consiste in:
1.– Preghiera: ogni girono si reciterà:
-il Rosario della Divina Misericordia (alle ore 15)
-il Rosario del giorno
-e la preghiera giornaliera della Novena dedicata alla Santa Vergine (ognuno può scegliere liberamente una Novena in onore della Santa Vergine, per esempio, la Novena dedicata alla Santa Vergine di Fatima, o quella dedicata alla Santa Vergine di Lourdes, o di Medjugorje oppure ogni altra Novena rivolta alla Santa Vergine che si trova nei libri di preghiera)
2.– Digiuno: durante la Novena si farà digiuno (eccetto le persone malate) con pane e acqua, mercoledì e venerdì. Ognuno può decidere liberamente come vivere questo digiuno, in funzione della sua salute e del suo cuore.
3.– Eucarestia: ogni giorno, o almeno una volta durante la Novena si parteciperà alla Santa Messa (con la Confessione e la Comunione)
4.– Bibbia: ogni giorno si leggerà alcuni versetti della Bibbia.

Nessun commento:

Posta un commento

Il Santo Rosario del Vaticano...pregate con me!!!







http://farm2.static.flickr.com/1159/558258166_17430cdb60.jpg





Esposizione dei misteri

Il Rosario è composto di venti "misteri" (eventi, momenti significativi) della vita di Gesù e di Maria, divisi dopo la Lettera Apostolica Rosarium Virginis Mariae, in quattro Corone.

La prima Corona comprende i misteri gaudiosi (lunedì e sabato), la seconda i luminosi (giovedì), la terza i dolorosi (martedì e venerdì) e la quarta i gloriosi (mercoledì e domenica).

«Questa indicazione non intende tuttavia limitare una conveniente libertà nella meditazione personale e comunitaria, a seconda delle esigenze spirituali e pastorali e soprattutto delle coincidenze liturgiche che possono suggerire opportuni adattamenti» (Rosarium Virginis Mariae, n. 38).

Per aiutare l'itinerario meditativo-contemplativo del Rosario, ad ogni "mistero" sono riportati due testi di riferimento: il primo della Sacra Scrittura, il secondo del Catechismo della Chiesa Cattolica.



Archivio blog

Le omelie di Padre Raniero Cantalamessa